Oligoterapia Litoterapia Cremona

Litoterapia Cremona

litoterapia cremonaLa litoterapia utilizza a scopo terapeutico alcuni minerali e rocce diluiti e dinamizzati secondo il metodo omeopatico. La diluizione utilizzata è la 8a decimale (1×10-8) in fialoidi. A differenza della oligoterapia in cui si utilizzano i singoli elementi, in litoterapia si utilizza il minerale intero. L’attività terapeutica della litoterapia si sviluppa con due azioni: attivazione enzimatica ed azione dechelatrice.

Attivazione enzimatica. I processi biochimici indispensabili alla cellula, necessitano di enzimi catalizzatori che hanno bisogno nel corso della reazione metabolica di infinitesime quantità di minerali. Il metallo o metalloide, può far parte integrante dell’enzima, oppure combinarsi con la molecola enzimatica. I litoterapici agiscono quali co-enzimi attivatori delle reazioni indispensabili alla vita.

Azione dechelatrice. Molti nutrimenti forniti dalla alimentazione corrente contengono minerali non assorbibili perché sono stati addizionati o contengono naturalmente sostanze che li rendono non assimilabili. Si tratta di processi di chelazione i cui principali responsabili sono i fitati, gli ossalati, i fosfati, gli stabilizzanti chimici. Gli ioni forniti dai litoterapici entrano in competizione attiva nei confronti dei chelanti, liberando e rendendo disponibili i minerali indispensabili alla salute.
La litoterapia rientra nel campo omeopatico delle terapie di terreno. Per terreno in omeopatia si intende l’insieme di caratteristiche dell’individuo che condizionano le risposte alle patologie. Il terreno è in parte determinato dal codice genetico ed in parte acquisito per gli stimoli derivati dal mondo esterno.

In litoterapia si distinguono cinque terreni: la struttura vascolare; la struttura reumatica; la struttura neuro-allergo-respiratoria; la struttura epato-renale; la struttura cancerinica.
Ogni terreno risponde preferibilmente a determinati litoterapici.
I litoterapici abitualmente utilizzati sono 48.

L’azione attivatrice e dechelatrice dei litoterapici può essere adottata anche in medicina ufficiale classica, senza ricorrere alle classificazioni omeopatiche delle patologie, ma semplicemente ricorrendo alle indicazioni secondo diagnosi.


Oligoterapia 

Gli oligoelementi sono metalli o metalloidi che si trovano in quantità infinitesimali negli organismi viventi sia animali che vegetali. Gli oligoelementi sono dei biocatalizzatori che accelerano e rendono possibili le reazioni biochimiche. Sono indispensabili alla vita cellulare.

Nel 1932 Jaque Menetrier intravide la possibilità di sfruttare la capacità terapeutica degli oligoelementi. Ne propose l’uso preventivo nei confronti delle predisposizioni patologiche che chiamò Diatesi (dal greco diathesis: disposizione).

Menetrier individuò quattro grandi predisposizioni associate a specifici oligoelementi: Diatesi n. 1, Allergica-Artritica (manganese); Diatesi n. 2, Ipostenica-Infettiva (manganese-rame); Diatesi n. 3, Distonica (manganese-cobalto); Diatesi n. 4, Anergica (rame-oro-argento).

Individuò inoltre un gruppo di oligoelementi complementari con singole indicazioni.

La diluizione degli oligoelementi è la 8a decimale (DH) in fialoidi.

I Sali di Schüssler sono 12 singoli oligoelementi in compresse da sciogliere in bocca alla diluizione 6a decimale.

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedIn
Oligoterapia Litoterapia Cremona ultima modifica: 2015-11-13T15:56:16+00:00 da Puerari